Ti teniamo aggiornato su tutto ciò che accade
Le notizie più rilevanti a livello fiscale, legale, contabile, lavorativo e agricolo.
Servizi di dimissioni urgenti 24h
Accedere
Budget senza impegno
Chiedi
Servizio di seconda possibilità
Accedere
España es el único país europeo que carece de exenciones en el IVA
Raquel Benavides
,
19
de
July
,
2020
Leer noticia
Quitar

España es el único país europeo que carece de exenciones en el IVA para las empresas más pequeñas. El resto de economías europeas establecen unos umbrales de facturación para que las empresas más pequeñas que estén por debajo de ellos eviten las trabas burocráticas de declarar el impuesto. Para evitar costes administrativos y de cumplimiento, el resto de países europeos cuentan con estos tienen umbrales de exención del IVA. Si una empresa está por debajo de un determinado umbral de ingresos anuales, no está obligada a participar en el sistema del IVA. El Reino Unido tiene el umbral de exención de IVA más alto, con 95.538 euros. Le siguen Suiza y Francia, con 93.414 euros y 85.800 euros . España es la única economía europea que no tiene un umbral, lo que significa que todas las empresas están en el sistema del IVA.

Limitaciones a los pagos en efectivo
Gonzalo Romero Soler
,
14
de
July
,
2020
Leer noticia
Quitar

La Ley 11/2021 de medidas de prevención y lucha contra el fraude fiscal publicada en el BOE del día 10 de julio, modifica el artículo 7 de la Ley 7/2012 que regula las limitaciones a los pagos en efectivo de determinadas operaciones.

La ley establece que no podrán pagarse en efectivo las operaciones, con un importe igual o superior a 1.000 euros (antes 2.500 €) o su contravalor en moneda extranjera, en las que alguna de las partes actúe en calidad de empresario o profesional.

No obstante, el citado importe será de 10.000 € (antes 15.000 €) cuando el pagador sea una persona física que justifique que no tiene su domicilio fiscal en España y no actúe en calidad de empresario o profesional.

Esta limitación se aplicará a todos los pagos efectuados a partir de la entrada en vigor de la norma (a partir del 11 de julio de 2021), aunque se refieran a operaciones concertadas con anterioridad al establecimiento de la limitación.

La Ley 11/2021 también modifica la regulación del procedimiento sancionador del régimen de limitación de pagos en efectivo, estableciendo algunas especialidades.

Entre las novedades, destacamos que una vez notificada la propuesta de resolución, el pago voluntario en cualquier momento anterior a la notificación de la resolución definitiva implicará una reducción del 50 % del importe de la sanción, y la renuncia a formular alegaciones.

Las modificaciones del procedimiento sancionador serán aplicables a los procedimientos que se inicien a partir del 11 de julio de 2021.

No obstante lo anterior, la nueva reducción de la sanción por pago voluntario se aplicará a las sanciones exigidas con anterioridad al 11 de julio, siempre que no hayan sido recurridas y no hayan adquirido firmeza. A estos efectos, la Administración competente rectificará dichas sanciones.

También se aplicará la citada reducción, si concurren las siguientes circunstancias:

a) Que, desde el 11 de julio de 2021 y antes del 1 de enero de 2022, el interesado acredite ante la Administración competente el desistimiento del recurso interpuesto contra la sanción. Dicha acreditación se efectuará con el documento de desistimiento que se hubiera presentado ante el órgano competente para conocer del recurso.

b) Que en el plazo del apartado 2 del artículo 62 de la Ley 58/2003 General Tributaria, abierto con la notificación que a tal efecto realice la Administración tras la acreditación de dicho desistimiento, se efectúe el ingreso del importe restante de la sanción.

Para cualquier duda o aclaración pueden contactar con nuestro despacho.

La Spagna è l'unico paese europeo che non ha esenzioni IVA per le aziende più piccole
Raquel Benavides
,
19
July
,
2020
Leggere
Rimuovere

La Spagna è l'unico paese europeo che non ha esenzioni IVA per le aziende più piccole. Il resto delle economie europee stabilisce soglie di fatturazione in modo che le aziende più piccole che sono al di sotto di esse evitino gli ostacoli burocratici della dichiarazione dell'imposta. Per evitare costi amministrativi e di conformità, il resto dei paesi europei ha queste soglie per l'esenzione dall'IVA. Se un'impresa è al di sotto di una certa soglia di reddito annuo, non è tenuta a partecipare al regime IVA. Il Regno Unito ha la soglia di esenzione IVA più alta, a 95.538 euro. Seguono Svizzera e Francia, con 93.414 euro e 85.800 euro. La Spagna è l'unica economia europea che non ha una soglia, il che significa che tutte le aziende sono nel sistema dell'IVA.

Limitazioni ai pagamenti in contanti
Gonzalo Romero Soler
,
14
July
,
2020
Leggere
Rimuovere

La Legge 11/2021 sulle misure per prevenire e combattere le frodi fiscali pubblicata nella BOE il 10 luglio, modifica l'articolo 7 della Legge 7/2012 che regola le limitazioni ai pagamenti in contanti per determinate operazioni.

La legge stabilisce che le operazioni, di importo pari o superiore a 1.000 euro (precedentemente 2.500 euro) o controvalore in valuta estera, nelle quali una delle parti agisca in qualità di imprenditore o professionista, non possono essere pagate in contanti.

Tuttavia, l'importo di cui sopra sarà di € 10.000 (in precedenza € 15.000) quando il pagatore è una persona fisica che giustifica di non avere il proprio domicilio fiscale in Spagna e non agisce come imprenditore o professionista.

Tale limitazione si applicherà a tutti i pagamenti effettuati dopo l'entrata in vigore della norma (a partire dall'11 luglio 2021), anche se riferiti ad operazioni disposte anteriormente alla costituzione della limitazione.

La Legge 11/2021 modifica anche la disciplina del procedimento sanzionatorio del regime di limitazione del pagamento in contanti, stabilendo alcune specialità.

Tra le novità, si evidenzia che, una volta notificata la proposta di delibera, il versamento volontario in qualsiasi momento prima della notifica della delibera finale comporterà una riduzione del 50% dell'importo della sanzione, e la rinuncia a contestare.

Le modifiche del procedimento sanzionatorio saranno applicabili ai procedimenti che avranno inizio dall'11 luglio 2021.

Fermo restando quanto sopra, alle sanzioni richieste prima dell'11 luglio si applicherà la nuova riduzione della sanzione per il pagamento volontario, purché non appellate e non abbiano acquisito consistenza. A tal fine, l'Amministrazione competente provvederà a rettificare le suddette sanzioni.

La suddetta riduzione sarà altresì applicata, qualora concorrano le seguenti circostanze:

a) Che, a partire dall'11 luglio 2021 e anteriormente al 1° gennaio 2022, l'interessato attesti davanti all'Amministrazione competente il ritiro del ricorso proposto avverso la sanzione. Tale accreditamento sarà effettuato con il documento di recesso che è stato presentato all'organo competente per l'esame del ricorso.

b) Che entro il termine di cui al comma 2 dell'articolo 62 della Legge Tributaria Generale 58/2003, aperto con la comunicazione che l'Amministrazione effettua a tal fine dopo l'accreditamento di detto ritiro, sia effettuato il pagamento dell'importo residuo della sanzione .

Per qualsiasi domanda o chiarimento potete contattare il nostro ufficio.

La Corte di Cassazione ha emesso una sentenza con la quale stabilisce che le spese per pubbliche relazioni con clienti e fornitori
Juan Carlos Gimeno Núñez
,
12
July
,
2020
Leggere
Rimuovere

La Corte di Cassazione ha emesso una sentenza con la quale stabilisce che le spese per pubbliche relazioni con clienti e fornitori, nonché le spese promozionali e gli omaggi ai clienti o al personale aziendale stesso, sono deducibili dall'imposta sulle società. La sentenza contravviene al criterio del Tesoro secondo cui possono essere detratte solo quelle spese contabili relative al reddito d'impresa, cioè che ne influenzano direttamente il risultato. “Sebbene non esista una precisa regolamentazione su cosa si debba intendere per correlazione tra entrate e uscite, entrambe costituiscono la gestione finanziaria dell'attività d'impresa, che come tale viene solitamente proiettata attraverso l'attuazione di un insieme di azioni finalizzate all'ottenimento di una migliore risultato, che giustifica che il rapporto tra spese e entrate può essere sia diretto che indiretto, estenuante al momento di compiere una determinata operazione o proiettato nel futuro", afferma la Suprema Corte.

Juan Carlos Gimeno Núñez
,
2
February
,
2020
Leggere
Rimuovere

Il Governo sta già lavorando alla riforma del RETA per introdurre il contributo al reddito reale dei lavoratori autonomi. Una misura con la quale potrebbe raccogliere attraverso il regime dei lavoratori autonomi fino al 50% in più del reddito che raccoglie in questo modo, circa 5.055,95 milioni di euro in più ogni anno. Secondo i calcoli, quando entrerà in vigore questo provvedimento, che dovrebbe essere pronto entro l'inizio del 2022, fino a 2,1 milioni di lavoratori vedrebbero ridotto il proprio contributo mensile, mentre le associazioni rappresentative dei lavoratori autonomi stimano che fino a 700.000 vedrebbero un aumento dei loro contributi al Sistema.

Il divieto di licenziamento nelle aziende coperte da ERTE
Dipartimento del lavoro
,
20
January
,
2020
Leggere
Rimuovere

Il divieto di licenziamento nelle aziende coperte da ERTE, fino a sei mesi dopo il giorno in cui hanno incorporato il primo lavoratore, finirà nelle mani dei giudici della Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE). Diversi magistrati consultati riconoscono la profonda divisione dottrinale che si è verificata tra i magistrati della giurisdizione sociale e alcuni hanno riconosciuto la possibilità di sollevare una questione preliminare ai loro colleghi della comunità in modo che possano interpretare se la legislazione spagnola è in linea con il diritto dell'UE.

Il Ministero delle Finanze vuole avviare quest'anno la sua annunciata riforma fiscale
Juan Carlos Gimeno Núñez
,
13
January
,
2020
Leggere
Rimuovere

Il Ministero delle Finanze vuole avviare quest'anno la sua annunciata riforma fiscale in cui proporrà, tra le altre misure, un aumento delle tasse speciali, in particolare quella imposta sul consumo di tabacco, nonché una revisione del sistema di moduli per i quali molti si auto -lavoratori occupati e un ripensamento delle detrazioni che attualmente esistono in imposta sulle società, secondo fonti di questo dipartimento. Per quanto riguarda l'IVA, il Tesoro vuole analizzare l'imposta "con calma", anche se ammette che la Spagna fa un uso maggiore di aliquote ridotte rispetto ad altri paesi europei e che la riscossione di questa tassa in relazione al PIL è inferiore alla media dell'UE. Armonizzare le tasse gestite dalle comunità autonome, nello specifico Successioni e Donazioni, e Patrimonio, è un altro degli obiettivi della riforma fiscale che il Governo vuole approvare quest'anno, oltre ad analizzare quali sono i dati fiscali più appropriati per tassare il patrimonio.

Asufin ha vinto una class action che andrà a beneficio di tutti i mutuia
Juan Carlos Gimeno Núñez
,
26
October
,
2020
Leggere
Rimuovere

Asufin ha vinto una class action che andrà a beneficio di tutti i mutui che hanno pagato le spese di costituzione e che hanno firmato i prestiti prima dell'entrata in vigore della legge sui contratti di credito immobiliare nel giugno 2019, senza la necessità di litigare per essa. Secondo la sentenza della Corte Suprema, le spese iniziali non dovrebbero essere interamente applicate ai consumatori. Con la nuova legge sui mutui, le banche sono obbligate a sostenere questa spesa. Ora, l'azione collettiva di cessazione presentata da Asufin è stata vinta davanti alla Corte Mercantile numero 11 di Madrid contro Kutxabank, Banco de Caja España de Inversiones Salamanca e Soria (ora Unicaja Banco), ING Bank e Deutsche Bank.

Il progetto di legge contro la frode fiscale comporterà un forte aumento delle tasse
Gonzalo Romero
,
15
October
,
2020
Leggere
Rimuovere

Il disegno di legge contro le frodi fiscali comporterà un forte aumento delle tasse sul Patrimonio e di quelle cifre relative al trasferimento di immobili. La normativa consolida le elevate valutazioni delle Tesorerie regionali. Il testo formalizza, contrariamente ai criteri della Suprema Corte, che il Catasto stabilisce il valore dell'immobile che funge da base imponibile nel calcolo della liquidazione delle imposte. Il Governo scarica così la stima nel cosiddetto Market Reference Value (VRM), calcolato dal Catasto attraverso una serie di variabili che consentono alle Tesorerie regionali di superare il valore reale degli immobili. Nella maggior parte dei casi, il valore non corrisponde a quello dell'atto e può superare il vero prezzo di mercato dell'immobile, quindi si richiedono più tasse.

Due decreti reali sono stati approvati a seguito dell'Accordo per la parità sul lavoro
Gonzalo Romero
,
14
October
,
2020
Leggere
Rimuovere

Il Consiglio dei Ministri ha approvato due decreti reali derivanti dall'Accordo per l'effettiva parità tra donne e uomini sul lavoro, e concede lo status di legge ai regolamenti per la parità di remunerazione e per l'uguaglianza, concordati nell'ambito del dialogo sociale. Il regolamento per la parità retributiva prevede per tutte le aziende con più di 50 lavoratori l'obbligo di avere un registro delle retribuzioni per avvisare in caso di sopravvalutazione o sottovalutazione della posizione in base al genere. Le aziende devono predisporre un piano per la parità e svolgere un audit sulla remunerazione, ovvero una diagnosi della situazione retributiva e un piano d'azione per correggere le differenze e prevenirle. A loro volta, i Ministeri del Lavoro e dell'uguaglianza svilupperanno, per ordinanza ministeriale, strumenti modello che potranno essere utilizzati gratuitamente dalle aziende per la registrazione della retribuzione e la valutazione dei lavori al fine di avere una ripartizione delle informazioni dall'ordine professionale e dalle opere di pari valore. Le aziende devono avere piani di parità efficaci e specifici che enfatizzino la diagnosi con effetti reali e senza riprodurre gli stereotipi di genere. La natura negoziata che i piani per la parità dovrebbero avere sarà rafforzata, così vengono stabilite le regole di legittimazione e viene chiarita la procedura di negoziazione, in particolare nelle società che non hanno rappresentanti legali.

Il progetto di legge per combattere la frode fiscale inizierà il suo processo
Gonzalo Romero
,
14
October
,
2020
Leggere
Rimuovere

Il progetto di legge sulla prevenzione e la lotta alla frode fiscale inizierà il suo processo parlamentare. Modifica la limitazione del pagamento in contanti per alcune operazioni economiche che andranno da 2.500 a 1.000 euro, nel caso di operazioni tra imprenditori. Viene mantenuto il limite di 2.500 euro per i pagamenti effettuati da privati. A sua volta, il limite di pagamento in contanti viene ridotto da 15.000 a 10.000 euro nel caso di persone fisiche con domicilio fiscale al di fuori della Spagna. Con ciò si vuole limitare queste operazioni che, essendo in contanti, sono più difficili da rintracciare e possono quindi agevolare le frodi. Un altro provvedimento contemplato è il divieto per legge di condoni fiscali, che interesseranno grandi fortune e beni. Si riduce da un milione a 600.000 euro, importo il cui superamento comporta l'inserimento nell'elenco dei debitori dell'Erario. Un'altra misura è l'aggiornamento e l'espansione del concetto di paradiso fiscale, che ora è chiamato giurisdizioni non cooperative, un termine utilizzato a livello internazionale. Stabilisce inoltre il divieto del cosiddetto software a duplice uso, che consiste in programmi per computer che consentono la manipolazione della contabilità, tra le altre misure fiscali.

La Corte suprema ha dato un campanello d'allarme all'Agenzia delle entrate
Juan Carlos Gimeno Núñez
,
8
October
,
2020
Leggere
Rimuovere

La Cassazione ha dato un campanello d'allarme all'Agenzia delle Entrate chiedendo l'autorizzazione all'iscrizione di una società sulla base delle indicazioni di occultamento della fatturazione rispetto alla media del proprio settore. Nello specifico, la Seconda Sezione della Camera contenziosa-amministrativa ha annullato un'ordinanza giudiziaria che consentiva al Tesoro di effettuare una perquisizione fisica per vizi di motivazione, in quanto effettuata con la premessa che si trattava semplicemente di nascondere i dati di vendita mediante fatturazione al di sotto del media della concorrenza. La sentenza del 1 ° ottobre, stabilisce che "il presentimento o il presentimento dell'Agenzia delle Entrate" è fuori luogo per richiedere l'iscrizione di una società per possibile frode, anche se basata su statistiche.

Il lavoro inasprisce i controlli contro le aziende
Jorge Real
,
8
October
,
2020
Leggere
Rimuovere

Il lavoro inasprisce le ispezioni contro le aziende per la disconnessione digitale in pieno svolgimento del telelavoro. Gli ispettori ritengono che l'invio di e-mail fuori orario sia "molestia" e chiedono multe fino a 187.515 euro. L'Ispettorato ha iniziato ad aprire rapporti di allerta alle aziende per questo motivo. Il lavoro sottolinea che questa situazione "influisce sulla conciliazione della sua vita familiare e lavorativa e sulla dovuta privacy". In un verbale, l'ispettore propone che gli eventi siano classificati come "molto gravi" e invoca le norme sui casi di molestie

ES
EN
IT
FR